Pidone alla messinese

5 agosto 2015 - 11:54 | Di | Categoria: Cibo & Territorio, Ricette gastronomiche, Street Food

I pidoni, insieme agli arancini, costituisce uno dei prodotti tipici dello Street Food siciliano. Vengono chiamati pituni in dialetto siciliano. Si tratta di pasta sfoglia ripiena di pomodoro, tuma, scarola e acciughe.

INGREDIENTI:

  • 500 gr. di farina di semola di prima macina
  • 1 cubetto di lievito di birra
  • 50 gr. di sugna per dolci
  • 1 cucchiaino di sale
  • 50 gr. di acciughe salate
  • 500 gr. di scarola riccia (invidia)
  • 200 gr. di formaggio scamorza
  • Pepe nero macinato
  • 200 cl di olio di semi di buona qualità

PREPARAZIONE:

Dissalate le acciughe, deliscatele, pulitele, spezzettatele e tenetele da parte. Tagliate la scamorza a dadini e i pomodorini a quarti. Mondate l’indivia scartando le foglie più esterne, lavatela bene senza asciugarla e mettetela in una pentola senza acqua. Salate moderatamente. Fatela cuocere a pentola coperta e a fuoco lento per 5 minuti al massimo per farle cedere un po’ di acqua. Scolatela bene, tagliatela grossolanamente e tenetela da parte.

Sciogliete il lievito nell’acqua tiepida con un cucchiaino di zucchero, mescolate bene con una forchetta e aspettate che la soluzione diventi schiumosa. Fate la fontana di farina e versate nel cratere la soluzione di acqua e lievito. Incorporate alla farina il liquido, l’olio, salate con moderazione e impastate a lungo fino a ottenere la consistenza morbida ed elastica dell’impasto da pizza. Se serve regolare la giusta consistenza, aggiungete poca acqua tiepida o farina. Lasciate lievitare la pasta coperta con un canovaccio in luogo tiepido fino a quando raddoppia di volume.

Lavorando su un piano infarinato, formate 10 panetti e spianateli uno alla volta con il mattarello formando da ciascuno una sfoglia di 3-4 mm circa di spessore. Disponete sopra la sfoglia un piattino da contorno capovolto e con un coltello o la rotella ritagliate un cerchio.

Su una metà del disco distribuite pezzettini di acciughe, un po’ di scarola riccia, i cubetti di scamorza tagliata a cubetti, qualche pezzetto di pomodoro, un pizzico origano e uno di pepe nero. Chiudete il disco a formare una mezzaluna e pressate con le dita lungo i bordi per far incollare i lembi. Poi sigillateli premendoli con i rebbi di una forchetta. Durante la preparazione del pitone badate di non sporcare con olio o farina i bordi che andranno sovrapposti. Fate riposare i pitoni per almeno 10 minuti perché si saldino bene e poi friggeteli 1 o 2 alla volta in abbondante olio (devono galleggiare) fino a quando sono dorati. Pescateli con un mestolo forato e disponeteli in posizione orizzontale su della carta assorbente in modo che il ripieno si distribuisca uniformemente.