Suffrittu

7 settembre 2015 - 11:44 | Di | Categoria: Cibo & Territorio, Ricette gastronomiche, Secondi piatti

INGREDIENTI:

  • 1 chilogrammo di polmone bovino e parte di trachea;
  • 4 spicchi d’aglio;
  • 1 decina di cucchiai di salsa di pomodoro concentrata;
  • 1 dito di vino rosso;
  • alcune foglie d’alloro;
  • olio d’oliva;
  • sale;
  • pepe nero macinato.

PREPARAZIONE:

Lavare il polmone e la trachea in acqua e sale dopo averli ridotti a pezzi piccoli. Sciacquarli poi bene bene e porli in una capiente casseruola con gli spicchi d’aglio col guscio e con delle foglie di alloro, e, su fuoco moderato, lasciarli asciugare completamente, rigirandoli senza interruzione con un cucchiaio di legno e badando a non farli attaccare.

Condire con olio, spargere poco sale e pepe. Far soffriggere a fuoco lento, rigirando sempre, per circa dieci minuti, finché il polmone non risulti alquanto rosolato.

Versare a questo punto il vino e coprire. Aggiungere la salsa di pomodoro diluita con acqua, non appena il vino sia svaporato, facendo in modo che i pezzi risultino del tutto coperti. Eventualmente aggiungere dell’acqua.

Lasciare cuocere a fuoco lento, rimestando spesso, per circa tre quarti d’ora, ripristinando via via l’acqua evaporata. A cottura ultimata il sugo dovrà apparire ben denso. Da consumare senza indugio ancora fumante.

È singolare che si utilizzino per questo piatto parti generalmente poco considerate delle interiora dei bovini. A Messina, invece, il suffrittu di polmone e trachea era pietanza un tempo molto diffusa e apprezzata.

Oggi se ne è quasi perduta la memoria.